“Per anni ad accusare la Lega e cercare fantasmi, ma le spie erano altrove?”

Bruxelles, 31 gen – “Le recenti rivelazioni giornalistiche riguardanti l’avvio di un’indagine del Parlamento europeo su una eurodeputata lettone dei Verdi, accusata di essere una spia al soldo del Cremlino, sono inquietanti e non posso essere ignorate. Dopo anni a inseguire fake news e dare seguito a voci infondate al solo fine di attaccare la Lega, dopo calunnie e fango contro il nostro partito e il nostro gruppo politico, ora si ipotizza che le spie russe si nascondessero a sinistra? Dove sono i grandi accusatori della maggioranza, che in questi anni hanno persino strumentalizzato a scopi elettorali una commissione parlamentare per le ingerenze straniere solo per attaccare la Lega e dare la caccia a fantasmi russi senza mai provare alcunché? Non si sono accorti di nulla? Chiediamo di fare la massima chiarezza su questa vicenda e ci aspettiamo le scuse da parte di chi cercava spie, ma dalla parte sbagliata”.

Così dalla Lega al Parlamento europeo.