Milano, 2 mag – “Dall’eurodeputato eletto in Francia Sandro Gozi, che con Renew Europe ha votato per cinque anni a favore di ogni follia green e di ogni misura contro cittadini, agricoltori e imprese italiane, nessuna lezione. Le sue fake news sono solo il goffo tentativo di chi sa che la pacchia finirà dopo il 9 giugno. Rivendichiamo il nostro no a mandare i nostri ragazzi a combattere e morire per volere di Macron. Se le ingerenze estere lo appassionano così tanto ci parli di quelle presenti nel suo gruppo politico europeo: da Renzi, pluri-candidato che riceve lauti compensi dal regime saudita, al cospicuo e non disinteressato sostegno del finanziere Soros a Più Europa, o di come intenda difendere il nostro Paese chi, come lui, ha preferito candidarsi all’estero. Quando si parla della parte da cui stare, è evidente la differenza tra la Lega che sta dalla parte degli italiani, e chi invece tutela gli interessi di Macron e di una potenza straniera”.

Così Marco Zanni, europarlamentare della Lega, presidente del gruppo Identità e Democrazia, risponde alle parole di Sandro Gozi.